• White Facebook Icon
  • Palazzo Lodron

@ Tenuta Volpini de Maestri

Via Conti Lodron, 14

I-38060 Nogaredo (Trento) Italy

Tel./Fax: +39 0464 414725  (Italy)
Mobile  +43-676-723 5603 (Austria)
Email: info@palazzolodron.it

Partita IVA IT02397730223

Codice SDI SUBM70N

Privacy Policy  Cookies

Photos © Pauline Thurn und Taxis, archive Volpini de Maestri

Designed by Omedra

LA CAMPAGNA

Nogaredo è una regione vinicola privilegiata. Si tratta di una posizione ideale, soleggiata e collinare, sulla riva destra dell'Adige, a 220 metri sul livello del mare. 
 
Ci sono quasi tre ettari di vigneti con Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e alcuni filari di Carménère - circondati da antichi muri a secco, ulivi e lavanda.

La nostra attenzione principale è rivolta all'ottima qualità del vino.

Questo ha origine nel vigneto, dove l'attenzione è rivolta a metodi di coltivazione naturali. Per noi è molto importante mantenere e rafforzare il "sistema immunitario" del vigneto attraverso una cura adeguata. Attraverso una piantagione mirata con piante come il trifoglio, la veccia o l'erba medica, si ottengono funzioni di vasta portata per l'ecosistema: si riduce l'erosione del suolo, si promuove la biodiversità. Inoltre, i fiori colorati impreziosiscono il paesaggio e forniscono cibo per gli insetti benefici.

Non si utilizzano affatto diserbanti, ma si eseguono invece lavori meccanici.

Con la pacciamatura dell'erba e dei tralci di vite, il terreno diventa naturalmente fertile da tenere - quindi non è necessaria quasi nessuna fertilizzazione (e se si utilizza fertilizzante organico). 

Il fogliame della zona d'uva permette un più rapido appassimento dell'uva dopo la pioggia, che riduce significativamente lo sviluppo di malattie fungine.

In Vendemmia Verde di luglio, i tralci e le uve sono ridotti - prima qualità della quantità.

 

Questa cura richiede molto tempo e richiede molto lavoro manuale. Tuttavia, le piccole dimensioni del vigneto permettono di prendersi cura di quasi ogni singolo vitigno durante tutto l'anno. 

LA VENDEMMIA

Per il raccolto, la famiglia allargata e gli amici vengono a Nogaredo, insieme a Matteo, Davide e la loro squadra.

 

La raccolta viene effettuata il più tardi possibile. Le uve acerbe e marce vengono selezionate nel vigneto, una seconda volta davanti alla diraspatrice. 

 

L'uva non viene pigiata, il delicato sgocciolamento del succo previene le sostanze amare. La fermentazione inizia immediatamente e pochi giorni dopo il vino continua in cantina.

Qui diventa davvero emozionante .....

CANTINA SUPERIORE

Siamo ora nella cantina superiore, proprio accanto al vigneto, dove il mosto viene pompato nelle grandi botti. 
L'uva non viene pigiata, il delicato sgocciolamento del succo previene le sostanze amare. La fermentazione inizia immediatamente e pochi giorni dopo proseguiamo nella cantina profonda. 

CANTINA PROFONDA

Una scala in marmo conduce a due piani sotto il Palazzo. Qui è l'origine dell'edificio, massicce mura testimoniano un passato castellano che risale al Medioevo. 

Qui il nostro vino trova un'atmosfera ideale per maturare.

 

Vengono utilizzate le migliori botti di rovere francese, dalla fermentazione all'invecchiamento in barriques. 

E pazienza.